Golden Goose City Boots

Golden Goose City Boots

Il tempo è un velocista tiranno alla Usain Bolt e non fa sconti. Con i miei nuovi impegni da scribacchino e le vecchie recensioni che si accumulano sempre più in attesa di due righe scadenti di presentazione, sembra il momento giusto per un’accelerata a far fuori un po’ di giacenze. Mi fa piacere, allora, che tocchi al pezzo scritto apposta per la mia Top 2011 su Monthlymusic (sì, più di un anno fa, sono molto indietro nella missione recupero) e dedicato ad un album che ho molto ascoltato anche in questi tredici mesi..

La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film Toy Story 3 La grande fuga (2010) di Lee Unkrich dove ha interpretato la parte del telefono chiaccerone (voce nella versione originale). da Buena Vista International Italia uscito in Italia mercoledì 17 ottobre 2007 continua Wallace Shawn, Don Rickles, Ned Beatty, Jodi Benson, Estelle Harris, Timothy Dalton, John Morris, Jeff Garlin, Bonnie Hunt, Kristen Schaal, Whoopi Goldberg, Blake Clark, Laurie Metcalf, R. Lee Ermey, Emily Hahn, Teddy Newton, Bud Luckey, Beatrice Miller, Javier Fernandez Pena, Lori Alan, Charlie Bright, John Cygan, Jeff Pidgeon, Jack Angel, Jan Rabson, Richard Kind, Erik Von Detten, Amber Kroner, Brianna Maiwand, Jack Willis.

Successivamente vengono poi presentati alcuni esempi in cui si è scelto di utilizzare i LED per l’illuminazione : a New York, in Cina, a San Diego, a Genova, nei Paesi Bassi e ad Abu Dabi. Poi il terzo capitolo, cuore pulsante del lavoro, nel quale viene focalizzata l’attenzione sulle applicazioni in ambito medico/biologico approfondendo tre filoni principali : la notevole presenza dei LED nelle terapie mediche, i LED UV nel trattamento delle acque e i LED UV per favorire la crescita delle piante. Primo filone tratta l’utilità della fototerapia tramite LED per il ringiovanimento della cute, la cura delle ferite e in particolare la terapia tramite LED UV per la cura della vitiligine e della psoriasi.

“‘The promise of America’ that Paine glimpsed so lyrically at the start cannot be easily translated into our 21st century idiom without distorting the intellectual integrity of its 18th century origins. In the wake of Darwin’s depiction of nature, Freud’s depiction of human nature, the senseless slaughter of World War I and the genocidal tragedies of the 20th century, Paine’s optimistic assumptions appear nave in the extreme. What a reincarnated Paine would say about our altered political and intellectual landscape is impossible to know.

Lascia un commento