Rivenditori Golden Goose Paris

Rivenditori Golden Goose Paris

Chi non conosce lo strampalato protagonista di Quattro matrimoni e un funerale, in ritardo alle cerimonie come nella vita? Impacciato trentenne alle prese con l’amore, Hugh Grant ha incarnato perfettamente i disequilibri dell’uomo medio, tanto caro al regista Mike Newell. Rappresentante di un cinema realista fin dagli esordi, Newell si è distinto per uno stile attento alle dinamiche dei sentimenti; ottimo osservatore del mondo femminile, si è accostato con umiltà a storie tragicomiche e con maestria registica ha saputo raccontare i drammi più gravi della vita, senza dimenticare la forza del sorriso.Dopo la laurea in letteratura inglese, conseguita all’università di Cambridge, ha lavorato per molti anni a Granada Television, occupandosi anche di regia teatrale prima di passare alla BBC. Alla fine degli anni Settanta gira diversi sceneggiati televisivi e numerosi film per la tv (interessante la versione de L’uomo dalla maschera di ferro che si distingue per l’originalità dell’approccio registico), ma il suo primo lungometraggio per il grande schermo è datato 1980: con il film Alla trentanovesima eclisse, un horror tratto da un romanzo di Bram Stoker, entra ufficialmente nel mondo del cinema.Nel 1985 diviene uno dei nomi di punta della cosiddetta British Renaissance, il movimento che contraddistingue la rifioritura del cinema inglese negli anni Ottanta, grazie a Ballando con uno sconosciuto (vincitore di uno Young Cinema Award al Festival di Cannes), storia della passione contrastata tra un aristocratico e una entraneuse che finirà per uccidere l’uomo e sarà condannata a morte nel 1955 (l’ultima donna impiccata legalmente in Gran Bretagna).La sua carriera prosegue all’insegna dei film tv, tra i quali spicca Amore e rabbia The Good Father, pellicola convincente sia per l’intensità drammatica della vicenda (un padre che perde la custodia dell’unico figlio decide di aiutare un conoscente nella sua stessa situazione) sia per l’interpretazione di Anthony Hopkins che, grazie a questo film, raggiunge anche quella fetta del pubblico affezionata al mondo televisivo.Nel 1991 richiama Miranda Richardson per affiancare Alfred Molina e Joan Plowright nella commedia Un incantevole aprile, film in costume che, con realismo e profondità psicologica, guarda alla condizione subordinata della donna a inizio Novecento.

I happened to be in Manhattan this past weekend and luckily stumbled across an extraordinary exhibit at The Jewish Museum that thoroughly documents the Rey’s four month trip from France to the United States via Brazil. Rey meticulously recorded. There’s the hand drawn wedding invitation and incredibly creative New Year’s cards.

Lascia un commento